T20 open i quarti di finale

T20 open i quarti di finale

30/08/2020

Campionato italiano T20. Cantù, Kings XI, Brescia e Asian Latina qualificate in semifinale

Domani a Roma cominciano le European Cricket Series

 

 

Domenica 30 agosto si sono giocati i quarti di finale dei playoff del campionato italiano di cricket T20 maschile. La tensione della gara secca si è fatta sentire, il fattore campo non si è rivelato decisivo e in tre partite su quattro ha vinto chi ha battuto per prima. I campioni in carica dell’Asian Latina confermano di avere un gruppo di lanciatori formidabile, mentre il Brescia sembra la squadra più forte in battuta. La sorpresa maggiore arriva dall’eliminazione del Jinnah Brescia da parte di un Cantù, che ormai si conferma come una delle realtà più interessanti del cricket italiano, mentre il Kings XI, passata come miglior seconda, legittima la sua qualificazione e ora sogna in grande.

 

Cantù – Jinnah Brescia

Il derby lombardo, giocato sul campo neutro di Settimo Milanese, la casa dei Milan Kingsgrove, si presentava molto incerto ed in effetti la partita è stata davvero tiratissima. Purtroppo la pioggia ha imposto ritardi e interruzioni, ma non ha impedito la conclusione dell’incontro. Invece dei tradizionali 120 lanci validi a testa (20 overs), il maltempo ha ridotto l’incontro a 78 lanci validi a testa (13 overs).

Vinto il sorteggio il Jinnah Brescia decideva di lanciare ma la scelta non si è rivelata vincente perché i lanciatori del Cantù, dopo la prematura eliminazione dei due opening batsman, hanno cominciato a contrattaccare a suon di fuoricampo. A guidare la riscossa canturina è stato Javed autore di 70 punti in 30 palle senza essere eliminato, ben supportato da Sharif (37) e Abbas (25 not out).

I 147 punti messi a segno dal Cantù rappresentavano un punteggio di tutto rispetto visto che l’incontro si giocava sui 13 overs, tuttavia finché è rimasto in campo l’opening bastman Navaz Shah (46 punti in 26 palle) coadiuvato da Anwar (33 punti in 21 palle), il Jinnah Brescia sembrava potesse essere in grado di completare la rimonta. L’eliminazione di Navaz Shah, per mano di Bilal, ha però cambiato completamente la partita. Il lanciatore canturino nelle due palle successive ha infatti eliminato anche Tanweer e Mohyudoin centrando un’hat trick che ha consentito al Cantù di vincere la partita. Nel decimo over il Cantù eliminava anche Awanr e a quel punto il target canturino diventava irraggiungibile.

Il Jinnah ora si concentrerà sulle European Cricket Series, mentre il Cantù potrà concentrarsi esclusivamente sulle semifinali.

 

Cantù 147/3 batte Jinnah Brescia 122/7 per 25 runs

 

Bologna – Kings XI

Il fattore campo non basta al giovane Bologna di capitan Ankush Kumar contro il Kings XI, squadra solida che pur essendosi qualificata come migliore seconda ha da sempre dimostrato di dare il meglio nei formati più brevi come il T20. Eppure nel primo innings i rossoblù sembravano avere l’incontro in pugno. Dopo aver vinto il sorteggio e deciso di battere, il Kings XI non era riuscito ad andare oltre i 122 punti subendo ben 9 eliminazioni. Un risultato modesto seppure su un pitch molto difficile come quello attuale del campo Fabbri. Eppure nel secondo innings i bolognesi non sono riusciti a trovare continuità in battuta (basti pensare che su undici battitori ben sei non sono riusciti a mettere a segno più di due punti). Merito soprattutto di Sarbjit Singh che prende ben quattro wickets, ma è tutto il reparto dei lanciatori ad eccellere, concedendo pochissime runs ai rivali. Il punteggio del Bologna a tre palle dal termine è di 113, ma tutti i battitori sono ormai eliminati. Il Kings XI festeggia così una storica semifinale proseguendo il suo viaggio verso sud, alla volta di Roma dove giocheranno le European Cricket Series. Un torneo a inviti di cricket T10 co-organizzato dalla Federazione Cricket Italiana e dall’European Cricket Network con 25 partite in 7 giorni trasmesse in diretta streaming.

 

Kings XI 122/9 batte Bologna113 per 9 runs.

 

Venezia - Brescia

Il Venezia del presidente Miggiani, qualificatasi superando il Trentino e le due padovane, è stata forse la sorpresa di questo campionato, tuttavia di fronte a una corazzata come il Brescia aveva poche chances. Ciononostante ha venduto cara la pelle. Nel primo innings, infatti, i veneziani hanno sfruttato al meglio il fattore campo mettendo a segno addirittura 180 runs a fronte di 7 eliminazioni. Una bella prova di squadra, visto che su nove battitori scesi in campo ben 6 sono andati in doppia cifra, anche se nessuno ha messo a segno un fifty. Fra i lanciatori bresciani invece grande prova di Naveed che centra una “five wickets haul” (5 eliminazioni).

Il campo di via Chiarin a Campalto durante tutto il campionato aveva dimostrato di essere un paradiso per i battitori, visto che in diverse occasioni si erano messi a segno più di 200 punti. E difatti, per una squadra come il Brescia, il target di 181 punti si è rivelato tutt’altro che irraggiungibile. Sono bastati 87 lanci validi sui 120 a disposizione per completare la rimonta. Da segnalare in particolare la prova dell’opening bastman Dullu autore di 83 punti in sole 30 palle. La sua eliminazione, per mano del capitano del Venezia, Nazmul Haque, è risultata tardiva.

Pronostici rispettati dunque, con i bresciani che accedono con merito alle semifinali, prima però andranno a Roma per disputare le European Cricket Series.

 

Venezia 180/7 perde da Brescia 181/2 per 8 wickets

 

Asian Latina – Roma

Nel derby laziale sono i campioni in carica dell’Asian Latina ad avere la meglio sulla Roma. Decisivo il fattore campo e, soprattutto, un gruppo di lanciatori straordinari capaci di togliere le castagne dal fuoco in qualsiasi situazione.

I gialloneri infatti in battuta vengono eliminati prematuramente con 4 palle ancora da giocare per soli 131 punti. Un target difendibile ma non certo rassicurante quando di fronte si ha una squadra formidabile come la Roma. Eppure nonostante il discreto contributo di battitori come l’ex azzurro Dinidu Marage (25 runs) i romani hanno faticato tantissimo a fare punti contro gli ottimi lanciatori del Latina. Decisivi i quattro overs lanciati da Sukhbir che, a fronte di una sola eliminazione, ha concesso solamente 7 punti.

E così pur completando tutti i 20 overs a disposizione i romani non vanno oltre le 110 runs e si devono arrendere ai campioni in carica. L’Asian Latina raggiunge con merito le semifinali e mantiene il ruolo di favorita, anche se ha messo in luce più di qualche debolezza in battuta. Seppur inseriti in due gironi, distinti le due squadre si potrebbero ora nuovamente incontrare nei prossimi giorni in occasione delle European Cricket Series.

 

Asian Latina 131 batte Roma 110/5 per 21 runs

 

Lunedì al via le European Cricket Series di Roma

Assieme all’European Cricket Network, la Federazione Cricket Italiana organizza a Roma le European Cricket Series. Un torneo a inviti che si gioca nella formula esplosiva del T10: sessanta lanci validi per innings chi fa il punteggio più alto vince. Dal 31 agosto al 7 settembre si giocheranno 25 partite in una settimana. A sfidarsi per il trofeo finale 10 squadre: Roma Capannelle, Asian Latina, Bergamo, Brescia, Janjua Brescia, Jinnah Brescia, Kent Lanka, Kings XI, Roma e Rome Bangla. Si giocherà sul bucolico campo dell’Ippodromo Capannelle. Il torneo permetterà ai giocatori italiani di mettersi per la prima volta in mostra di fronte ad un’audience globale. Tutti gli incontri saranno infatti trasmessi i via streaming grazie all’European Cricket Network e su FanCode, la piattaforma multisportiva di Dream Sport.

 

Per maggiori informazioni: https://www.ecn.cricket/series/european-cricket-series-rome-2020-1689

 

Nicola Sbetti