T20: Il commento della 2° giornata

T20: Il commento della 2° giornata

03/08/2020

T20: Il commento della 2° giornata

 

 

Il due agosto 2020 si è svolta la seconda giornata del campionato italiano T20 maschile. Ricordando che tutti i risultati dovranno prima essere omologati dal giudice sportivo, vediamo girone per girone com’è andata.

 

Girone A

Come da calendario il Girone A, essendo composto da sole 4 squadre ha riposato.

 

Girone B

Nel girone B si sarebbe dovuto giocare anche l’incontro fra Bergamo e Pak Lions, ma quest’ultima squadra ha comunicato la settimana scorsa il ritiro dalla competizione e quindi si è giocato solamente Jinnah Brescia – Bergamo United. In entrambi i confronti i bresciani hanno avuto la meglio sui bergamaschi con un certo margine. Da segnalare lo straordinario century di Nisar Ranjha messo a segno in sole 30 palle. Con questa doppia vittoria il Jinnah Brescia vola provvisoriamente in testa in attesa del Brescia Blastes in quella che sembra essere ormai la sfida decisiva per il primo posto.

 

Gara 1: Jinnah Brescia 240/6 (20) batte Bergamo United 135/9 (20)

Gara 2: Bergamo United 137 (19.4) perde da Jinnah Brescia 141/1 (7.4)

 

Riposano: Brescia Blasters e Bergamo

 

Girone C

Nel girone C, grande prova di forza del Kings XI che con due nette vittorie contro una squadra forte come il Janjua Brescia ipoteca il passaggio del turno anche se il Brescia, che riposava, è ancora in corsa. Con 4 vittorie su 4 i piacentini già semifinalisti lo scorso anno si candidano seriamente alla vittoria finale. Nell’altra sfida del girone doppia vittoria per il Royal Parma che risale così la classifica, costringendo i Cricket Stars ad un esordio amaro.

 

Gara 1: Kings XI 155/8 (20) batte Janjua Brescia 139/8 (20)

Gara 2: Kings XI 197/4 (20) batte Janjua Brescia 169 (18.5)

 

Gara 1: Royal Parma 183/9 (20) batte Cricket Stars 64 (18.3)

Gara 2: Cricket Stars 67 (15.2) perde da Royal Parma 68/2 (9.2)

 

Riposa Brescia

 

Girone D

Una vittoria per ciascuno nelle quattro sfide previste nel girone D. A Lucca i padroni di casa hanno vinto la prima partita stagionale superando il Baracca Prato abbastanza agevolmente, ma in gara 2 gli ospiti hanno reagito conquistando, a loro volta, il primo successo del 2020. Grande attesa invece a Bologna per l’esordio dei Campioni d’Italia (Serie A) della scorsa stagione, il Pianoro Cricket Club, che sfidava il Valdarno, sulla carta la più forte delle tre toscane, senza due colonne della squadra della scorsa stagione: Rakibul Hasan, bloccato in Bangladesh dal covid-19 e Manpreet Singh che ha preso la via di Bergamo. E così a trascinare gli emiliani capitanati dall’azzurro Luis Di Giglio, in cui si è rivista anche la storica coppia di lanciatori Poli-Minghetti, ci ha pensato Anam Mollik, che in battuta ha dato spettacolo. 97 punti nella prima partita e addirittura 127 not out in 47 palle nella seconda. Incredibilmente però, malgrado i 218 punti messi a segno dal Pianoro, il Valdarno ha fatto l’impresa superando il target alla prima palla dell’ultimo over con 5 wickets rimanenti. Insomma il campo Fabbri di Bologna si addice senz’altro alle rimonte. Fra i quattro litiganti scesi in campo domenica a godere è quindi il Bologna C.C. che, momentaneamente secondo in classifica, diventa la favorita del girone avendo già osservato il turno di riposo.

 

Gara 1: Baracca Prato 148 (18.3) perde da Lucca 149/3 (17.3)

Gara 2: Lucca 144 (19.4) perde da Baracca Prato 146/6 (15.5)

 

Gara 1: Valdarno 180/5 (20) perde da Pianoro 181/4 (18)

Gara 2: Pianoro 218/4 (20) perde da Valdarno 220/5 (19.1)

 

Riposa Bologna

 

Girone E

Nel girone più equilibrato del campionato (una vittoria per uno nella prima giornata) il Royal Padova mette il naso davanti sfruttando l’incontro con gli esordienti del Lonigo. Con queste due vittorie la squadra di Manoj Rodrigo vola in vetta, ma i vicentini, specialmente nella seconda partita persa all’ultima palla hanno dimostrato di saperci stare. Perfetto equilibrio fra Padova e Trentino Aquila, due squadre giovanissime che si dividono la posta. Decisivo in gara 2 il 75 not out in 38 palle del giovane Kosala Warnakulasuriya, capitano dell’u19 padovana e alla sue seconda partita in Italia.

 

Gara 1: Lonigo 131/9 (20) perde da Royal Padova 132/3 (16.4)

Gara 2: Lonigo 154/7 (20) perde da Royal Padova 155/7 (19.5)

 

Gara 1: Padova 104 (17.6) perde da Trentino Aquila 107/5 (19.3)

Gara 2: Padova 206/5 (29) batte Trentino Aquila 136 (16.5)

 

Riposa Venezia

 

Girone F

Nel Girone F i campioni in carica dell’Asian Latina mettono quasi in cassaforte il passaggio del turno superando la Roma Capannelle in entrambe le sfide. Il ringiovanito Capannelle si dimostra davvero abile al lancio limitando i forti rivali a punteggi non impossibili, ma in battuta non riesce a rimontare. Il Defentas, che si è vista costretta a schierare solo 10 giocatori, continua ad essere il fanalino di coda del girone in cui solo i napoletani del Kent Lanka possono ormai sovvertire i pronostici.

 

Gara 1: Defentas 80 (17) perde da Kent Lanka 82/5 (10.4)

Gara 2: Defentas 62 (11.4) perde Kent Lanka 64/4 (7.1)

 

Gara 1: Asian Latina 151/7 (20) batte Roma Capannelle 80 (18.2)

Gara 2: Asian Latina 140 (20) batte Roma Capannelle 90/3 (20)

 

Girone G

Partite tiratissime nel giorne G, in cui la Rome Bangla mette una seria ipoteca per il passaggio del turno. Entrambe le vittorie contro la Royal Roma sono arrivate però sul filo di lana, rispettivamente alla terzultima e alla penultima palla.

 

Gara 1: Royal Roma 169 (19.5) perde da Rome Bangla 171/9 (19.4)

Gara 2: Royal Roma 181/9 (20) perde da Rome Bangla 182/7 (19.5)

 

Riposa Roma